Acetico, acrilico o neutro: quale silicone scegliere?

Per far sì che il silicone dia il meglio di sé ad ogni applicazione è necessario scegliere il migliore in base all’uso che se ne deve fare. In commercio esistono svariati tipi di silicone, ma attualmente i tre tipi principali sono:

  • silicone acetico universale;
  • silicone acrilico universale;
  • silicone neutro universale.

Il silicone più utilizzato per i lavori domestici è quello acetico universale, ideale per essere impiegato nelle operazioni di sigillatura di ceramica, piastrelle, alluminio, bagni e cucina.

Per acetico, s’intende un sigillante monocomponente permanentemente elastico. A differenza della base acrilica, nell’utilizzo rilascia odore e non è possibile verniciarlo dopo l’applicazione e indurimento della pasta. Questo sigillante viene utilizzato in parti pulite, sgrassate ed asciutte. Adoperato in situazioni dove c’è contatto con acqua, infatti, viene utilizzato principalmente per lavori sanitari o per giunti in posizione orizzontale. Lo troverete sicuramente utile per fissare delle mensole al muro, per sigillare il vostro box doccia oppure per fermare gli spifferi d’aria provenienti da una finestra, e inoltre potrete sceglierlo nella colorazione trasparente, bianca o nera.

Se invece avete la necessità di sigillare o incollare del materiale poroso vi consigliamo vivamente di scegliere il silicone acrilico universale: per acrilico, s’intende un sigillante monocomponente in dispersione acquosa di elevata qualità, esente da odore. Il silicone acrilico è un prodotto totalmente verniciabile dopo l’indurimento della pasta sigillante. Ha un ottima adesione su legno, calcestruzzo, mattoni e murature in genere. E’ ottimo per la sigillatura di pannelli prefabricati non soggetti ad elevati movimenti, infissi in legno, pareti in muratura, crepe e fessure nei muri. E’ sconsigliato l’utilizzo di questo prodotto in situazioni sottoposte a ristagni d’acqua. studiato appositamente per l’utilizzo su materiali edili, cartongesso, pavimenti e terrazzi. Potete trovare questo silicone in commercio nella colorazione bianca o grigia, ma solitamente il silicone acrilico può essere verniciato una volta asciutto

Ultimo, ma non per importanza, è il silicone neutro universale, studiato per le operazioni di sigillatura e incollaggio di superfici più delicate quali legno, PVC, policarbonato, vetrate e specchi. In commercio ne esistono svariate colorazioni – in base alle esigenze –  e inoltre all’interno di tale silicone può essere aggiunta una particolare sostanza chimica che lo rende antimuffa.

QUALCHE CONSIGLIO PER L’UTILIZZO DEL SILICONE

  • Per prima cosa, consigliamo animatamente di pulire attentamente la parte che andrete a siliconare, rimuovendo con una spatola eventuali residui di precedenti manutenzioni.
  • Ovviamente per poter applicare il silicone avrete bisogno anche di una pistola che vi permetta di esercitare la corretta pressione sullo stantuffo posteriore del tubo: una pistola di buona qualità rende più semplice e veloce il lavoro, permettendovi di avere buoni risultati anche se siete alle prime armi.
  • Fate attenzione a mantenere un angolo di circa 45° durante l’applicazione, facendo attenzione a distendere il silicone in modo uniforme. Se avete applicato più silicone del necessario non fatevi problemi, potete semplicemente utilizzare uno straccio inumidito per rimuovere immediatamente l’eccesso di silicone.

Pazientate fino a che la sigillatura sia terminata per finire il lavoro.

Se l'articolo ti è piaciuto condividilo con gli amici!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *